Contacts | Press | Awards

La tenuta
The company

Il paesaggio è quello arcaico dell'Etna. Nelle due contrade di Solicchiata e Passopisciaro a 700 metri slm, si estende la tenuta Piano dei Daini, per una superficie vitata complessiva di circa 8 ha. Di questi - circa 3 ha - sono vigne coltivate ad alberello, franche di piede e piantate in epoca pre-fillossera, da oltre 120 anni. La storia della tenuta viene raccontata già nel 1669 nei documenti dell'Abate Coniglio di Castiglione, che la descrive come un'area di vigneti e palmenti. Nel 2010 è iniziato il recupero della tenuta grazie all'opera di Sofia e Concetto Bosco, che ne hanno fatto il luogo della loro passione e della loro arte: la riscoperta delle tradizioni e il rispetto del territorio, per la produzione di vini autoctoni di qualità.

The landscape is the archaic one of Mount Etna. Piano dei Daini's properties lay upon the slopes of Solicchiata and Passopisciaro hamlets, at a altitude of 700 meters a.s.l., on a vineyard surface of about 8 hectares. Among these, about 3 hectares are cultivated with the traditional bush method, with more than 120 years old, ungrafted and pre-phylloxera vines.
The first signs of the estate's history are found in the documents of Abate Coniglio of Castiglione, who described it, in 1669, as an area of vineyards and palms. The recovery of the property started in 2010, thanks to the work of Sofia and Concetto Bosco, who made it the place of their passion and art: revival of traditions and respect for the environment, for the production of local wines of the highest quality.

I terreni
The soil

L'esposizione a nord solitamente genera alcune difficoltà ai contesti vitivinicoli. Invece il vulcano, insieme alla vicinanza dei Monti Nebrodi e Peloritani, dà origine a una sacca climatica dalla piovosità e insolazione ottimali per la maturazione delle uve, in particolare quelle rosse. L'Etna esprime anche nel terreno la sua realtà di fuoco e potenza: i terreni delle due contrade si distinguono per la loro natura sabbiosa, in particolare quelli di Passopisciaro. La matrice minerale li rende porosi e quindi ideali per la circolazione dell'ossigeno, anche negli strati profondi. Inoltre, la loro predisposizione a farsi esplorare dagli apparati radicali permette alle piante di trovare l'acqua anche nelle annate più aride. Abbondante la presenza di scheletro e minerali, mentre l'altitudine garantisce una sintesi armonica di aromi e sostanze acide, donando ai vini freschezza e un'elegante, sulfurea vitalità.

North wise exposure usually generates some difficulties to vines. On the contrary, the volcano, helped by the proximity of Nebrodi and Peloritani mountain ranges, generates a climatic sac with optimal rainfall and sunshine for grapes ripening, red ones in particular. Etna expresses its fire and power attitude in its soil as well: the vineyards' topsoil stands out for its sandy nature, especially the ones in Passopisciaro. Their mineral composition makes them permeable and, thus, ideal for oxygen circulation, even in deeper layers. Furthermore, their attitude to be explored with ease by the rootage, allows plants to find water even in the driest years. A soil, which is very much consisting of stone and minerals and an altitude granting a harmonious synthesis of aromas and acid essences, give the wines freshness and an elegant, sulphurous vitality.

I Vitigni
Vine varieties

Un'autentica tradizione rurale ispira i nostri vigneti di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, in buona parte coltivati nella tradizionale forma ad alberello e delimitati dalle geometrie minimaliste di muretti a secco in pietra nera. Le nostre vigne si distinguono in:
- Vigne Vico a Passopisciaro, vigne antiche pre-fillossera e quindi di particolare pregio: 27.000 piante di Nerello Mascalese e 3.000 piante di Carricante, impiantate alla fine del 1800 e allevate ad alberello su una superficie di 3,5 ettari. Sesto medio di 1,2 m. Vigna impiantata franca di piede su un terreno ottenuto dalla paziente bonifica di una sciara prodotta da un'eruzione del 1600.
- Vigne Curve di Solicchiata: 19.000 piante di Nerello Mascalese allevate a spalliera e potate a cordone speronato, su una superficie di 4,5 ettari. Sesti di impianto: 2,5 m tra le file; 0,9 m tra le piante.


A true rural tradition inspires our vineyards of Nerello Mascalese and Nerello Cappuccio, mainly grown as traditional bushes and framed by the minimal geometries of black dry-stone walls. They are:
-Vigne Vico in Passopisciaro, ancient, pre-phylloxera, precious vines: 27.000 plants of Nerello Mascalese and 3.000 plants of Carricante, implanted in the late 1800 and grown as bushes on a 3.5 hectares surface. Average spacing 1,2 mt. The vineyard is implanted with ungrafted vines on a plot obtained from the patient reclaim of a volcanic hill generated by a 17th century eruption.
-Vigne Curve in Solicchiata: 19.000 plants of Nerello Mascalese trained as espalier, with cordon spur pruning, on a 4.5 hectares surface. Average spacing 2,5 mt. between rows, 0,9 mt. between plants.

I vini
Wines

Il legame tra il vino, la terra e il vulcano è un intreccio saldo di tradizioni, storia, natura indomita e incontaminata. Per questo, la voce e il carattere dell'Etna rieccheggiano nel gusto, nelle etichette dei nostri vini, nelle loro peculiarità autoctone. "

Etna Rosso 2013 Piano Dei Daini
Etna Rosato 2013 Piano Dei Daini


The bond among wine, soil and the volcano is a firm twine of traditions, history, wild and uncontaminated nature. This is why the voice and character of Etna echo back in the taste, the labels and in the native peculiarities of our wines.

La visione
Vision

Piano dei Daini, Vigna dell'Etna. Tutto inizia da qui, e qui ritorna. Una visione dedicata al padre padrone di questi luoghi: il vulcano. A lui, sovrano di questo territorio meraviglioso, dalle forti evocazioni e dai richiami ancestrali, dedichiamo tutto ciò che facciamo. Alla sua presenza ispiriamo la nostra attività: quella del fare vino "come una volta" nel rispetto della natura, delle antiche tradizioni e della bellezza intorno a noi.


Piano dei Daini, Mount Etna's Vineyard. Everything starts from here, and here it comes back. A vision dedicated to the controlling father of these places: the volcano. To him, the ruler of this magnificent territory, with his intense evocations and ancestral recalls, we dedicate everything we do. His presence inspires our activity: making wine "like they used to", respecting nature, ancient traditions and the beauty around us.

Le persone
People

Siamo una famiglia, siamo una comunità ordinata e silenziosa di persone che rispondono a un ambiente generoso e complesso. Nel nostro lavoro, tutto il rispetto per il territorio e le tradizioni. Nella nostra attività, il desiderio di trasformare il lavoro in vigna in un'arte del paesaggio. Attraverso le stagioni, gli errori, le intuizioni più felici. I nostri vini sono come noi.


We are a family, a tidy and silent community of people who comply to a generous and complex environment. In our work, all the respect for our territory and our traditions. In our activity, the desire to convert our work in vineyards into art of the landscape. Through seasons, mistakes, happy intuitions. Our wines are like us.

Contacts

Sede Operativa Head Office
Cantina vitivinicola Soc. Agr. Piano dei Daini arl
S.P. 64 Solicchiata, frazione di Castiglione di Sicilia 95012 (CT)

Sede Amministrativa Operative Branch
Via G. Almirante, 21 Tremestieri Etneo 95030 (CT)
Marina Sorbello
+39 095 4039050

Responsabile Agronomico Agricultural Supervisor
Dott. Salvo Giuffrida
s.giuffrida@pianodeidaini.it

Responsabile Enologico Oenological Supervisor
Dott. Giacomo Schifano
g.schifano@pianodeidaini.it .